venerdì 20 dicembre 2013

Review: Nude Magique Eau de Teint - L'Oréal

Ciao a tutti!
Oggi un argomento nuovo per me o meglio, credo sia la prima volta che nel blog parlo di fondotinta. Il motivo è molto semplice. Fino poco tempo fa avevo la pelle mista, mi lucidavo, non avevo ancora trovato il mio fondotinta ideale. Tutti mi lasciavano quella sensazione di pesantezza e l'effetto "mascherone" che odiavo. Fino allo scorso inverno lo utilizzavo solo nel weekend, avevo quasi trovato la pace dei sensi con un fondo liquido di Deborah.
In estate mettere il fondotinta per me era impensabile, a volte ricorrevo al fondo minerale, ma più in generale dall'avvento delle BB cream, queste erano diventate la mia salvezza.
Con la fine dell'estate la mia pelle è cambiata. Da settembre ho la pelle molto sensibile, delicata, si arrossa con facilità e a volte me la sento secca.
Verso l'inzio di ottobre sono andata a fare un giro al centro commerciale Orio Center, pochi giorni dopo l'apertura dello store Mac. Ero in compagnia della dolcissima S. di Drama&Makeup e abbiamo fatto un giro da Limoni. Nel punto vendita c'era una favolosa promozione (che avevo già visto online): c'era la possibilità, riportando un vecchio fondotinta di qualsiasi marchio, di ottenere uno sconto di 5 euro su un fondo L'Oreal. E' stata proprio S. a farmi notare l'Eau de Teint fresca fresca di esposizione. Incuriosita dalla texture e dalle voci che lo descrivevano come il dupe del celeberrimo Armani Maestro l'ho acquistato nella tonalità 120 pagandolo poco più di 5 euro.

nude magique eau de teint l'oreal review


Grazie a questo fondotinta ho fatto pace con questa tipologia di prodotto e Lui è diventato il mio preferito. La texture è leggerissima, lo applico con le dita dopo avere ben agitato il flaconcino. La texture è evanescente, grazie alla compisizione con oli volatili che evaporano quando vengono stesi sulla pelle. L'effetto finale è di pelle nuda, uniformata e luminosa. Questo prodotto corregge le discromie senza appesantire la pelle, lasciandola libera di respirare. Inoltre ho notato che è talmente leggero che non c'è bisogno di cipria.
Il packaging è carinissimo, ricorda i flaconi di alcuni profumi di lusso, una boccettina squadrata con tappo a vite. Non ha dosatore, basta applicare una goccia di prodotto sul polpastrello e stenderlo come fosse una crema. Per tutto il viso bastano 3-4 gocce. Ho provato anche ad applicare il prodotto con il pennello (sia con uno a setole piatte tipo flatbuki che con un classico pennello da fondo) ma devo dire che la stesura con le dita  quella che mi è piaciuta di più.
E' disponibile in 6 tonalità: 100 Porcelain, 110 Warm Ivory, 120 Pure Ivory, 140 Pure Beige, 150 Nude Beige, 170 Natural.
Il flacone è da 20 ml, prezzo di vendita consigliato 15,99 (ma si trova anche a meno, da Tigotà costava sui 13 euro), PAO 24M.
Spero di avervi fatto capire quanto lo sto adorando!
E voi l'avete già provato?

Silvia

6 commenti:

  1. wow, che bella review! Non saprei proprio quale tonalità prendere, ma penso proprio che io sia la 104 Pure Beige. *-*

    RispondiElimina
  2. Da limoni con la fidelity card costa 10.90 euro! M'ispira molto anche a me,penso di comprarlo presto!

    RispondiElimina
  3. Non l'ho ancora provato ma ci sbavo sopra da un po' :Q_

    RispondiElimina
  4. Di solito non uso il fondotinta, proverò questo!

    http://benedettamariotti.com/blog.html/156-Una-giacca-scozzese-blu-e-un-paio-di-stivali

    RispondiElimina
  5. Lo sto usando da un po' e l'effetto non è per niente male

    RispondiElimina
  6. Non l'ho ancora provato perché mi hanno spaventata un po' le review che calcavano la mano sulla quantità abnorme di siliconi all'interno.
    Ho paura che su una pelle come la mia, a tendenza acneica, tenda peggiorare i difetti.

    Però, peccato, come resa sembra ottima tanto più perché non c'è bisogno di litigare troppo con pennelli e cipria

    RispondiElimina