Il Kit della Make Up Artist (secondo Ilaria)

by - agosto 13, 2014

Ciao ragazze!
Su suggerimento del team di Consigli di Make Up oggi ho deciso di parlarvi di come ho composto il mio piccolo kit di lavoro!
Da un anno a questa parte ho modificato parecchio il mio "valigione" con tutti i prodotti: ho cambiato le marche, la disposizione dei prodotti, la loro divisione in scomparti e l'involucro esterno!
La prima cosa che ci si deve mettere in testa è che non importa come, dove, quando, ma noi truccatori dobbiamo viaggiare con una valanga di prodotti, il che implica un peso non indifferente da trascinare in giro.
In questo post vi racconterò la mia esperienza personale, quindi non è detta che per tutti i "colleghi" sia lo stesso!

contenuto del kit di una truccatrice
Il mio attuale borsone, acquistato con il corredo BCM.
Per tutto il periodo del corso e nei primi mesi dopo il diploma, mi spostavo con un trolley rigido di quelli classici "da viaggio", era comodissimo da trasportare, il problema è che la maggior parte dei prodotti deve rimanere nella posizione di partenza senza rovesciarsi... e con un trolley era impossibile sistemare tutto nel modo corretto!
contenuto del kit di una truccatrice
Foto presa dal sito carpisa, trolley identico al mio :)
Sono quindi passata ad un trolley apposito per i prodotti di make up e ricostruzione unghie; anche questo era comodo per via delle rotelline, i prodotti venivano sistemati negli appositi cassettini evitando il rischio di girarsi sotto sopra, ma questo tipo di trolley era davvero pesante se pieno di palettes, boccetti e ampolline!

contenuto del kit di una truccatrice
Il mio trolley make up, che ora utilizzo per i prodotti per ricostruzione unghie
Sono quindi arrivata ad un borsone a mano, sicuramente è un po' più scomodo sui lunghi tratti in quanto il peso distrubuito su manico e tracolla si fa sentire, ma i prodotti restano nella posizione corretta, non vengono sballottati da buche e strade dissestate e sopratutto hanno meno possibilità di aprirsi e finire dovunque sporcando qua e là (per non parlare dello spreco!).
Per ora sono abbastanza comoda con questa soluzione, sicuramente il prossimo tentativo (e credo anche il definitivo) sarebbe un borsone professionale a scomparti, ne ho visti di molto belli ed altrettanto costosi nello stand di Zuca, al Cosmoprof 2014, e pian piano sto accantonando un gruzzoletto solo per loro! XD

contenuto del kit di una truccatrice
Immagine dal sito Zuca, come vedete questo trolley è perfetto per lo scopo!
Passiamo ora alla divisione dei prodotti all'interno del kit: anche qui ho apportato parecchie modifiche, passando da buste di stoffa, a buste trasparenti.
Anche in questo caso però avevo bisogno di un po' di stabilità per i miei prodotti, soprattutto per quelli liquidi e per le polveri libere.
Ho trovato (banalmente in dei negozi cinesi) delle scatole molto carine con struttura in simil fil di ferro e plastica trasparente che mi permettono di fare ordine all'interno del mio kit.
Queste scatole esistono di diverse misure, e sicuramente vanno incastrate all'interno della borsa in un dato ordine, ma il mio kit non è mai stato così ordinato e preciso, e i prodotti non sono mai stati tanto saldi e fermi al loro posto!

contenuto del kit di una truccatrice
Le mie scatole trasparenti nelle diverse fantasie!
Io ho diviso il mio kit in diversi settori in base all'uso:
- Base: in cui ho inserito i miei primer viso, i fondi, le ciprie e i correttori;
- Occhi: dove ripongo eyeliners, mascara, primer occhi, vari ombretti mono, colla e ciglia finte e altri vari ed eventuali;
- Contouring: qui metto illuminanti, blushes e terre;
- Labbra: in cui metto preparatori, burrocacao, rossetti e lucidalabbra;
- Matite: riposte in un'apposita busta trasparente;
- Ed infine Pennelli: riposti nei loro astucci e portapennelli vari.
Con questa divisione mi sto trovando bene, soprattutto perchè essendo io molto disordinata, ho la possibilità di trovare tutto velocemente ed in base all'occasione d'uso!
Inoltre queste scatole essendo in plastica sono molto semplici da pulire e disinfettare, e l'igiene nel nostro lavoro non è mai secondario!

Il kit della make up artist
Sono lieta di presentarvi un ex Portaprovette, ora contenente alcuni dei mie rossetti preferiti!
Per quanto riguarda le marche presenti nel mio kit sarò parecchio spiccia, infatti uso sempre le stesse 2-3!
Nonostante per "uso personale" mi piaccia molto provare, testare, cambiare marca, cercare prodotti low cost e capirne la durata, non posso fare altrettanto con il kit professionale.
I prodotti che uso devono garantire elevate prestazioni, una durata spaziale e soprattutto non devono dare reazioni allergiche o irritazioni anche di poco conto.
Per farla breve: nonostante per me stessa abbia tanti prodottini di marche a basso costo, non posso truccare una sposa con un rossetto da 2 euro e mezzo e pretendere che duri come un rossetto professionale (nonostante molti truccatori abbiano interi kit di prodotti low cost, purtroppo!).
Tornando a noi, uso principalmente MAC per la base viso, per il contouring e per rossetti e matite a lunga durata.
Per gli ombretti, i miei preferiti sono Urban Decay (per me il top!),  qualche colore Mufe, Inglot e Nabla.
Vi dirò che con i giusti primer anche alcuni ombretti di Kiko se la cavano bene, ma non i colori troppo accesi perchè alcuni macchiano la palpebra!
I pennelli si dividono tra Aegyptia, MAC, Real Techniques e Zoeva, anche se in questo caso ho un paio di pennelli Essence che per sfumare la matita sono ottimi pur essendo low cost!
Questa è una carrellata molto rapida delle marche che compongono il mio kit; naturalmente c'è anche qualche altro nome, anche se in minima percentuale!

Spero di non avervi annoiate parlando un pochino di quello che è il magico strumento del mio lavoro, come ho detto nell'introduzione io seguo la mia comodità, le mie attuali possibilità e sopratutto relaziono il mio kit al tipo di lavoro che svolgo: sono sicura che 1000 Make Up Artists vi direbbero 1000 cose diverse sul kit perfetto da lavoro!
Per qualsiasi domanda, come sempre, lasciatemi un commentino o venite a trovarci sulla pagina facebook di Consigli di Make Up!

Mi scuso per le immagini, scattare foto agli oggetti non è esattamente il mio forte!

Bacissimi!
Ila



You May Also Like

2 commenti

  1. Anche io sono make up artist e la penso come te, il kit deve essere perfetto e non si può truccare una sposa con un rossetto essence che non può durare come altri rossetti e anche nel mio kit le marche sono ripar, mac, mufe, kryolan
    Io credo che la professionalità paghi sempre

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai perfettamente ragione, pensa alle clienti che pagano centinaia di euro per un trucco sposa e poi ti vedono usare prodotti low cost, ci faresti una pessima figura! A volte bisogna optare volutamente sugli high brand per una questione di prestigio, oltre che per le alte prestazioni.

      Elimina