Campagna Lush Australia Go Naked - Considerazioni

by - ottobre 14, 2015

Ciao ragazze,
oggi vorrei scrivere il mio pensiero sulla campagna Lush Australia Go Naked: un pò di tempo fa nella home di Facebook era apparsa una sola immagine che ritraeva delle donne con la scritta che in soldoni diceva "lo preferiamo nudo, come molti dei nostri prodotti".
Non avevo visto tutte le foto fatte per la campagna ma in generale, avendo capito il collegamente tra i corpi nudi e Lush non sono rimasta "shockata" come molti ed ho apprezzato il messaggio.
Da lì è partita la polemica, in Australia la campagna è stata considerata pornografica da alcune persone che hanno esposto le loro lamentele all'autorità sugli standard nelle pubblicità. Esiste anche una parte di persone che invece ha anche apprezzato il messaggio positivo sul corpo femminile presente in questa campagna. Ma di questo non parleremo oggi..

 lush australia go naked

Le persone che si sono prestate per gli scatti non sono altro che dipendenti Lush che credevano in quella campagna e che hanno deciso di non farsi photoshoppare; lascio le foto qui sotto, così da poter anche esprimervi il mio pensiero in maniera quanto più concisa possibile.

lush australia go naked
 lush australia go naked

 lush australia go naked

lush australia go naked



Penso in generale che non ci sia da scandalizzarsi nel vedere un corpo nudo, esiste il nudo artistico da sempre quindi non vedo il problema e non riesco proprio a trovare la pornografia in queste foto; è chiaro l'intento provocatorio non provocante e fidatevi che c'è differenza.
La cosa che forse più mi ha dato fastidio è leggere commenti offensivi sulla fisicità delle donne in foto, vedere un sedere di 5 metri per 5 in centro a Milano va bene a patto che sia di dimensioni giuste, piallato con ore di Photoshop ed ovviamente con un tanga che dia l'illusione del coperto? Suvvia.  E quando accendiamo la tv e vediamo mercificazione del corpo femminile 24 ore su 24?
Ma a prescindere dal brutto vizio di vedere i kg di troppo degli altri la cosa ipocrita è il commento sulla cellulite, questo tipo di inestetismo lo hanno veramente tutte, dalle taglia xs alla XXXXXXL. Non c'è veramente scampo e poi personalmente cosa c'interessa? Abbiamo ritenzione idrica? E' normale, basta dare importanza a cose che comunque non caratterizzano il proprio IO!

Sono assolutamente convinta che se al posto delle dipendenti Lush assolutamente normali ci fossero state quattro modelle taglia 36 certe cose non sarebbero state scritte. E le persone che si sono lamentate non hanno colto il messaggio di questa campagna e cioè quello di far conoscere i prodotti nudi. A questo pro vi linko direttamente un articolo sul sito Lush Italiano dove viene spiegato tutto (clicca qui).

E voi cosa ne pensate? Io sono assolutamente contro al body shaming. E' positivo per me pensare che un brand decida di utilizzare come testimonial persone normali non photoshoppate. 

Rita

You May Also Like

3 commenti

  1. brava Rita, quoto ogni parola del tuo articolo!

    RispondiElimina
  2. Guarda a me non da affatto fastidio il corpo di queste donne, anzi apprezzo il fatto che si siano lasciate fotografare senza l'utilizzo di photoshop e altro, però tu pensi che questo non sia comunque mercificazione del corpo femminile? O maschile, se ci fossero stati degli uomini in posa. Io semplicemente non condivido questo genere di campagne in cui si utilizza il corpo umano NUDO per promuovere un qualcosa (di qualunque cosa si tratti), perchè penso che il corpo nudo è un qualcosa di troppo personale e intimo. Perchè spiattellarlo al mondo intero? Per cosa poi? Ci sono infiniti altri modi per promuovere un prodotto o un pensiero. Infrangere così questa barriera, questo senso del pudore in un certo senso, lo trovo un po' pericoloso, e soprattutto mi viene da pensare...dove si arriverà di questo passo?
    Ovviamente questo era il mio personale parere..

    RispondiElimina