Giornata del fiocchetto Lilla, parlare ci rende liberi!

by - marzo 15, 2016

Ciao a tutti,
oggi scriverò un post molto speciale per la sezione c-d-More, forse quello più personale che io abbia mai scritto in tutta la mia vita da blogger. In realtà questa è una piccola bugia bianca, avevo un blog anni ed anni fa ma non mi ero mai esposta col mio nome, tanto meno con la mia faccia.

Oggi è la giornata del fiocchetto lilla, dedicato alla conoscenza e consapevolezza dei disturbi alimentari che ancora ora affliggono molti ragazzi e ragazze nel nostro paese.
La giornata del fiocchetto Lilla nasce dalla forza del padre di Giulia, una giovane ragazza morta nel 2011 per la bulimia.


Oggi in tutto lo stivale ci saranno tantissime iniziative per sensibilizzare la popolazione sui disturbi alimentari ma anche per aiutare chi non ha ancora chiesto aiuto.
Per me scrivere queste parole è difficile, molto difficile. Metterlo nero su bianco mi ricorda la me giovane e vulnerabile che si è lasciata dominare da qualcosa più grande di lei. Chi soffre di disturbi alimentari vive in funzione del suo problema, uscirne è difficile ma la forza di volontà è la medicina più forte esistente in questo universo. La bellezza di riuscire a vedere la vera te riesce a darti la forza di scalare la propria montagna personale a mani nude. Non importa se durante il tragitto cadi, ti sbucci le ginocchia. L'importante è il traguardo ed io ci sono riuscita a combattere e distruggere il mio demone personale, la bulimia.
Quindi, lo dico a te che leggi, se soffri di disturbi alimentari fatti aiutare, parlane. Ammetterlo ad alta voce ti aiuta ad essere libero e a fare un primo passo verso la libertà.
E' come salire una scalinata con grossi scalini ma una volta arrivato in cima il panorama è bellissimo. Una volta arrivati all'ultimo gradino ti renderai conto che niente e nessuno riuscirà a dominare la tua vita. 
Finalmente anche tu sei artefice del tuo destino ed è stupendo.

Rita

You May Also Like

0 commenti