Mom To Be #2

by - marzo 12, 2016

Ciao ragazze,
sono ormai entrata nel settimo mese di gravidanza e manca sempre meno all'arrivo del piccolo Brian! Il settimo mese ha rappresentato per me un grande cambiamento e per questo motivo ho deciso di raccontarvi di tutto quello che è successo nell'ultimo periodo.


A metà marzo avrei dovuto iniziare il periodo di maternità e di riposo dal lavoro ma purtroppo le mie condizioni mi hanno costretta a riposo un po' di tempo prima.
Ero convinta che avendo mantenuto i ritmi frenetici di sempre anche il bimbo si fosse abituato a ciò, e che mantenere questi ritmi facesse bene anche a lui. Purtroppo sbagliavo.
Nell'ultimo mese ho avuto più volte episodi spiacevoli: in occasione dell'ultima ecografia ne ho parlato con la mia ginecologa, la quale mi ha messo immediatamente a riposo.
Ricordate quando vi dicevo che il primo passo per affrontare una gravidanza in modo sereno era avere a fianco professionisti in gamba e preparati? Sicuramente questo mi ha molto aiutato per stare più tranquilla, fermarmi un attimo e capire che quello che stavo facendo non andava bene.
I primi tre giorni a casa ero totalmente ko, fisicamente e di umore.
Ho riposato moltissimo e mi sono fatta coccolare, ma ero convinta che avrei vissuto gli ultimi mesi con un umore decisamente nero.
Passati i primi giorni però mi sono rimessa in piedi, e anche se non sono tornata a lavorare, mi sono occupata della casa piano piano e mi sono rimessa in forze. Ovviamente faccio i lavori meno pesanti e ai miie nuovi ritmi, senza strafare.
Invidio molto le donne che arrivano quasi alla fine della gravidanza al pieno delle forze e delle energie, perchè per quanto sicuramente io abbia vissuto molto serenamente i primi mesi, ora mi ritrovo stanca ed affaticata.
La scorsa settimana ho iniziato il corso preparto, e sono felice della scelta che ho fatto. Ho scelto un corso vicino a casa e non nell'ospedale dove andrò a partorire come consigliato dalla mia ginecologa. 
Questo perchè mi fa piacere conoscere donne in gravidanza che si trovano anche vicino a me in modo da poterci sostenere e confrontare anche successivamente.
Siamo un gruppo piccolo ma già molto affiatato e sono trepidante all'idea di imparare cose nuove e di avere un aiuto concreto, di esperti, che mi prepareranno all'arrivo del bambino.
Questa settimana inizieremo a parlare della valigia da preparare per l'ospedale e mi sta un po' salendo l'ansia perchè a dire il vero in questi mesi, eccetto qualche vestitino, non abbiamo ancora comprato praticamente nulla per il piccolo in arrivo. 
Riceverò molti oggetti in regalo o in prestito: seggiolone, carrozzina, lettino, arriveranno da amici che hanno già avuto figli. Devo ancora scegliere il fasciatoio e molte altre cose, pensavo di avere a disposizione un tempo infinito invece 7 mesi sono passati senza che me ne accorgessi!

Alla prossima,
Silvia

You May Also Like

0 commenti