Calendar Girl Gennaio/Febbraio/Marzo Audrey Carlan

Ciao ragazze,
oggi finalmente dopo diverse settimane di assenza torno a parlare di libri. Ho tante di quelle recensioni arretrate ma purtroppo il caldo, il trasloco e gli impegni mi hanno tenuta fuori dal mondo. Nel frattempo ho letto tantissimi libri, cercherò di parlarvi di tutto ed inizio da Calendar Girl di Audrey Carlan e dei mesi di gennaio, febbraio, marzo
Questa serie ha totalmente conquistato l'USA, io ero molto curiosa e dovevo leggerlo per forza. Ho letto i primi tre mesi tutti d'un fiato.

opinioni calendar girl gennaio febbraio marzo

Editore: Mondadori.
Autore: Audrey Carlan.
Titolo: Calendar Girl - Gennaio, febbraio, marzo.
Prezzo: 14,90€ cartaceo, 7,99€ ebook.

Trama: Avevo bisogno di soldi, tanti soldi. In ballo c'era la vita di mio padre. Io però non avevo un centesimo, per arrivare a fine mese facevo la cameriera. Non avevo un amore e, diciamolo, all'amore, quello con la a maiuscola, non ci credevo neanche più tanto. Le mie storie fino ad allora erano state solo fonti di guai e delusioni. Mi hanno offerto un lavoro. Recitare il ruolo della fidanzata di uomini di successo. In pratica per un mese dovevo fingere di essere la loro compagna davanti agli occhi di tutti e in cambio ognuno di loro sarebbe stato disposto a pagarmi centomila dollari. 12 mesi, 12 città, 12 uomini ricchi, famosi, inarrivabili, 12 ambienti esclusivi, 12 guardaroba diversi. Più di un milione di dollari. Il sesso, chiariamoci, non faceva parte degli accordi. Quello dipendeva e dipende sempre solo da me. L'amore neanche quello faceva parte del piano. Ma intanto quello non dipende da nessuno... Gennaio, Los Angeles, uno sceneggiatore con un corpo sexy quanto la sua mente. Febbraio, Seattle, un artista francese in cerca della sua musa. Marzo, Chicago, un ex pugile imprenditore dal cuore spaventato. Tutti uomini da sogno. 

Che cosa ne penso?
Ero molto curiosa, pubblicità ovunque ed ho ceduto. L'ho letto in poche ora e mi è piaciuto. Il background è il classico disastro familiare, qui abbiamo un padre in coma che si è fatto picchiare dagli scagnozzi di uno strozzino. Il padre con i problemi di gioco e debiti stratosferici sarà la chiave di questo libro e il motivo per il quale Mia chiama sua zia, simpatica da morire, per fare la escort. Per poter avere tutti i soldi che servono deve essere "affittata" per un mese alla volta da uomini facoltosi, che magari hanno bisogno di una fidanzata di copertura. Ovviamente Mia deve fare il giro di città e uomini per un anno, 12 uomini, 12 città. Il primo che incontriamo è Wes, è stata una scelta geniale iniziare con lui perchè vediamo Mia totalmente invaghita ed oserei dire innamorata di lui. I due si lasciano con la promessa di incontrarsi di nuovo, magari per sempre. Dopo Wes c'è Alec e lo ammetto, a me lui non è piaciuto minimamente. Mi è sembrato tutto inverosimile o forse semplicemente la tipologia artista francese non mi attira per niente. Infatti ho letto il secondo mese molto velocemente per poter andare al prossimo mese.  Marzo è il mese di Tony Fasano che cerca una fidanzata per copertura, ho adorato questo mese perchè Mia spinge Tony a dire alla madre, alla famiglia, ai media e a tutto il mondo di essere gay ed amare follemente il suo Hector. Diciamo che sicuramente il mondo dello showbiz è pieno di fidanzate finte ma mi è piaciuta la storyline della famiglia Fasano. Poi nel mese di Marzo Mia rivede Wes che le fa una sorpresa a Chicago per San Patrizio. 

Di sicuro questa è una storia inverosimile su molti punti di vista, strana e per alcuni punti vista ricca di clichè. Ma dopotutto quando leggiamo un libro del genere ne siamo consapevoli, non mi aspetto mai il libro del secolo leggendo un prodotto del genere. 
Calendar Girl è di sicuro una lettura leggera che va bene per l'estate, magari da leggere sotto l'ombrellone o in viaggio per rilassarsi e mettere in pausa il cervello. 

Un bacio
Rita

You May Also Like

2 commenti

  1. mmm sono un po' perplessa, mi incuriosiva ma leggendo la tua opinione mi pare il solito romanzetto rosa molto commerciale, forse adatto all'estate sotto l'ombrellone quello sì.
    Laura

    RispondiElimina
    Risposte
    1. se lo vuoi leggere sotto l'ombrellone va benissimo. Io sto leggendo il secondo, ma sono bloccata al 30%.

      Elimina