lunedì 10 settembre 2018

Alien Flora Futura, il nuovo cocktail orientale di Thierry Mugler.

Ciao ragazze,
oggi torno a parlarvi di profumi, un argomento per me molto difficile.
Però, sto amando moltissimo i profumi negli ultimi anni e mi piace molto parlarvi dei miei preferiti.

Alien Flora Futura è il nuovo bouquet di Thierry Mugler.


alien flora futura

Le note di testa sono cedro e mano di Buddha, quelle di cuore sono di cereus notturno e quelle di base sono di ambra e sandalo.
Il packaging è quello della famiglia Alien, con queste linee nette super eleganti che io personalmente adoro.
Il colore è rosa chiaro trasparente, anche questo è ricaricabile una volta finito il profumo all'interno, una cosa che personalmente adoro.
Alien Flora Futura mi ha travolto, io sono una super fan di Alien versione classica, fan al punto di comprare sia il 100ml che il 15 da viaggio, intendiamoci.
E' una profumazione molto particolare, su di me viene fuori moltissimo la componente del cereus ma anche dell'ambra.
Io sapevo che mi avrebbe catturato proprio perchè contiene due delle mie note preferite di sempre, l'ambra ed il sandalo.
E' un profumo molto ben strutturato, infatti Thierry Mugler non delude nemmeno questa volta.
Se siete già fan di Alien sicuramente amerete la versione Alien Flora Futura, sono molto diversi tra di loro ma vi creeranno dipendenza.

Alien è un profumo che fidelizza tanto, lo vedo su di me ma anche sulle mie amiche.
E' uno di quei profumi che riconosci per strada, infatti molte volte mi è capitato di chiedere "indossi Alien?", Flora Futura si fa anche riconoscere, come il suo fratellino.
La qualità del profumo è alta, rimane sulla pelle per moltissime ore, ma io non avevo dubbi a riguardo.

Sinceramente? Se siete fan dei profumo dovete averlo, è un bouquet orientale molto originale.
Un profumo insolito che mi mancava nel mio stash di profumi.
Alien Flora Futura è un piccolo tesoro. 

Ho anche pubblicato la mia recensione su Alien versione Eau de Parfum.
Vi pubblicherò presto anche quella di Aura e di Angel.
Cosa curiosa su Angel, è stato il mio primo profumo high cost acquistato, e l'avevo acquistato a NY nel 2006, più precisamente a Manhattan.
Niente male il mio amore per i profumi di Thierry Mugler?

Rita



Nessun commento:

Posta un commento